Crea sito

Cestini di pasta fillo con scarola

Condividi
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Cestini di pasta fillo con scarola alla napoletana

 

 

Tanti anni fà una mia ex collega Americana di origine Caprese mi diede  la ricetta della scarola alla napoletana. Mi piacque così tanto il contrasto agro-dolce che l’ho utilizzato come ripieno per fare i cestini di pasta fillo con scarola.  

Ultimamente mi sono ricordata di questi sfiziosi cestini che l’ho preparate  come antipasto per il pranzo di Natale. Sono piaciuti tantissimi agli ospiti. Si preparano abbastanza veloce specialmente con la pasta fillo già pronta e l’utilizzo dello stampo per tortine (muffins/ cupcakes).

Con due pacchi di pasta fillo ho preparato due aperitivi sfiziosi:
cestini di pasta fillo con scarola agro-dolce alla napoletana e involtini di fillo con carne macinata, castagne, e funghi sfumate con il brandy.


La pasta fillo ormai si trova facilmente nei supermercati sia fresca che surgelata. Io ho usata quella fresca. Se volete fare la pasta fillo in casa vi mando alla mia ricetta qui:

Phyllo pastry (pasta fillo)

 

Ingredienti per i cestini di pasta fillo con scarola

(per 16 cestini)

  • 1 scarola
  • 2 filetti di acciuga sott’olio
  • 1 spicchiò d’aglio
  • 70 gr uva passa/ uvetta
  • 10 olive taggiasche
  • 1 cucchiaio olio extra vergine d’oliva
  • 60 gr pinoli
  • sale
  • 1 peperoncino fresco
  • pasta fillo fresca

Procedimento per i cestini di pasta fillo con scarola

Mettete l’uvetta a bagno nell’acqua calda.

Mettete a bollire l’acqua con il sale.

Eliminate eventuale foglie esterne rovinate  e la parte più coriaceo (il torsolo) della scarola. Taglia le foglie a liste e lavate bene.  Fate cuocere la scarola in acqua bollente salata per 5 minuti e scolate bene.

Nel frattempo  accendete il forno a 180 gradi C, tostate i pinoli nel forno ė eliminate il torsolo dalke olive. 

In una padella  fate cuocere uno spicchio d’aglio insieme a due filetti di acciuga e il peperoncino in un velo di olio extra vergine d’oliva finché i filetti non si sciolgano. Eliminate l’aglio e il peperoncino e unite la scarola.  Continuate a cuocere per circa 10 minuti circa fino  a quando la parte acquosa sarà eliminata. Spegnete il fuoco, unite  le olive taggiasche snocciolate, i pinoli tostate e mescolate. Assaggiate e eventualmente aggiustate di sale poi lasciate intiepidire. 

Preparate i cestini di pasta fillo.  Ungete 2 stampi da muffins – oppure pirottini singoli con olio extra vergine d’oliva.
Srotolate la pasta filo e tagliate in 4 tutti gli strati insieme.

Prelevate 4 foglie di pasta fillo  e  inseriteli  in ogni incavo dello stampo, Spennellate ogni foglia con un po’ di olio.  Premete  al centro per farle attaccare bene e formate  un cestino con punte irregolare.

Inserire un po’ di ripieno in ogni cestino.  Con questa dose sono svenute 16 cestini.  Fate cuocere nel forno a 180 gradi C per 10 minuti circa fino doratura.  Per controllare la cottura sollevate con un cucchiaio un cestino. Deve apparire asciutto sulla parte bassa.

Servite Calde.

Nota

Ho utilizzato 2 pacchi di pasta fillo fresca per fare gli antipasti.  Con il secondo pacco ho fatto gli involtini di pasta fillo con manzo macinato, cipolla di Tropea, funghi, semi di finocchio e castagne arrostite bagnate con il brandy.

Siccome quest’anno ho preparato abbondante ripieno   per farcire 2 capponi mi ė avanzato il ripieno. Così ho utilizzato quest’ultimo  per fare un’altro antipasto.  La ricetta del ripieno che ho utilizzato per farcire  gli involtini e il cappone  la trovate qui:

Cappone ripieno


Condividi
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  •  
    2
    Shares
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

EnglishItalian