Gelato reginella

Gelato reginella

Gelato reginella

Gelato reginella

Il gelato reginella ė fatto con una base di meringa, una mia creazione, che rende il gelato morbido e leggero senza dover aggiungere la panna. Ho trovato l’ispirazione del gelato reginella da i biscotti siciliani reginelle. La ricetta dei biscotti la trovate

Biscotti reginelle – ricetta regionale

Ingredienti per il gelato reginella

Meringa Svizzera

  • 120 gr di albume,
  • 160 gr di zucchero
  • *8 gr di farina di semi di Carrube/neutro
  • + 672 gr di latte intero
  • semini di una bacca di vaniglia

Per i semi caramellati

  • 10 gr di semi di sesamo
  • 10 gr di semi di papavero
  • 15 gr (1 cucchiaio) di zucchero
  • 1 cucchiaione d’acqua fior d’arancio

Procedimento il gelato

Mettete gli albumi, neutro, zucchero e semini di vaniglia dentro un pentolino sul fuoco a bagnomaria e portare a un minimo di 65 gradi fino ad un massimo di 80 gradi C girando con una frusta. Togliete dal fuoco, lasciate raffreddare e montare con una frusta elettrica.

Mettete il latte dentro un contenitore o caraffa, aggiungete la meringa e continuate a frullare per amalgamare bene la miscela.

Coprite il contenitore con il coperchio e porre in frigorifero per riposare e raffreddare bene per minimo 1 ora.
Accendete la gelatiera e versateci dentro la miscela. Fate mantecare finchè non si trasforma in gelato. Ci vorranno circa 15-20 minuti.

Trascorso il tempo il gelato ė pronto.

Se volete fare dose singole versate subito il gelato dentro gli stampi di silicone (Silikomart), a piacere, alternando con I semi caramellati .

 

Coprite con la pellicola e metteli nel congelatore per solidificarsi per minimo 3 ore. Togliete i gelati dai stampi e conservateli nel freezer dentro contenitori di plastica fon chiusura ermetica.

Per i semi caramellati
Metteti i semi dentro una padella antiaderente e fateli tostare, aggiungete lo zucchero e l’acqua di fior d’arancio e fate cuocere per qualche minuto. Versateli dentro una teglia ricoperta da carta da forno e fate raffreddare.

Se volete fare dose singole versate subito il gelato dentro gli stampi di silicone (Silikomart), a piacere, alternando con I semi caramellati.

Coprite con una pellicola e trasferiteli dentro il congelatore per farle indurire per circa 3 ore. Trascorso il tempo togliete il gelato reginella dagli stampini e metteteli dentro i pirottini di carta. Conservate nel freezer chiusi dentro un contenitore di plastica con chiusura ermetica.

Gelato reginella

 

*Il neutro è un addensante / stabilizzante ottenuto dalla farina di semi di carruba, previene la cristalizzazione rendendo il gelato/sorbetto/granita più morbido e cremoso. Spesso si trova già miscelato alla farina di semi di guar e al destrosio. In genere sulla confezione vengono riportate le dosi sulla confezione che varia dai 3 ai 6 grammi per kg di miscela. Il costo incide pochissimo, visto che l’utilizzo è ridotto a pochissimi grammi. Credo che nessun ingrediente può sostituirlo garantendo lo stesso risultato: un gelato cremoso anche se si consuma in piu riprese e con lunghe permanenze nel congelatore. Appena tolto dal congelatore il gelato deve essere lasciato fuori qualche minuto prima di mangiarlo.
Fonte: il libro’ Il Gelato Artigianale Italiano’ di G. preti.

Il neutro si compra in negozi specializzati per pasticceria/gelateria. Io compro il neutro online a Tibiona oppure compro il barattolino di farina si semi di carrube al negozio NaturaSi.

 

Enjoy…..e alla prossima !

GiuGen

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*