Taralli salati senza bollitura

Condividi
  • 22
  •  
  • 105
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    127
    Shares

 

Taralli salati senza bollitura
Taralli salati senza bollitura

 

Croccanti taralli salati senza bollitura

Oggi vorrei proporvi la mia versione dei Taralli salati senza la classica bollitura. Ho sostituito una parte di farina con la maizena (amido di mais) e di consequenza risultino più croccanti e friabile.

Ingredienti per i taralli salati

  • 550 gr di farina 00l
  • 120 gr di maizena (amido di mais)
  • 100 gr d’olio extra vergine d’oliva
  • 180 gr di vino bianco
  • 17 gr (2 cucchiaini) di sale

Per aromatizzare:

  • 2 cucchiaini di semi di finocchio
  • 2 cucchiaini di origano
  • Peperoncino in polvere o fresco oppure pepe nero

Procedimento per i taralli salati

Accendere il forno a gas a 200 gradi C.

Mettere tutti gli ingredienti dentro la planetaria o una ciotola. Impastare bene con il gancio fino ad avere la consistenza simile ad una pasta frolla/brisè. Coprire l’impasto e lasciare riposare 30 minuti.

Dividere l’impasto in 3 panetti. Ad ognuno aggiungete l’aroma che preferite. Io ho scelto semi di finoccho per uno, e origano e peperoncino per gli altri due. Senza infarinare la superficie della spianatoia di legno, formare dei filoncini dello spessore di un dito. Tagliare pezzetti di circa 10-12 gr e chiudere a cerchio per formare i taralli, premendo l’estremità.

 

Ungete le teglie con olio extra vergine d’oliva. Io ho usato 2 teglie da 40 x 60 cm. Posizionare i taralli dentro le teglieunte.

Abbassare il forno a 180 gradi C e accendere la ventola. Infornare e fate cuocere per 30/35 minuti o fino a doratura. Fate raffreddare.

Se conservate in una scatola di latta rimarranno croccante per una decina di giorni. Però non dubito che dureranno così tanto perchè danno dipendenza e finiscono subito.

Enjoy

GiuGen


Condividi
  • 22
  •  
  • 105
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    127
    Shares
  •  
    127
    Shares
  • 22
  •  
  • 105
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Cudduraci biscotti Calabrese Successivo Torta soffice di fragole

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.