Composta di Amarene

Condividi
Print Friendly, PDF & Email
Composta di amarene

La composta di amarene è una variazione della ricetta della composta di visciole.

Visciole o amarene: è facile confondersi ma i frutti, a ben guardare, sono parecchio diversi tra loro.

Le visciole hanno una forma più tondeggiante e sono di un rosso più scuro rispetto alle amarene. Queste ultime, infatti, hanno forma più ovale che tonda ed una polpa di colore rosso chiaro. L’altra differenza riguarda il sapore: le visciole sono dolci (soltanto con un retrogusto acidulo, che è la nota che le differenzia dalle ciliegie, rispetto alle quali sono anche più piccole), le amarene sono aspre, quasi acide. Le visciole si differenziano dalle amarene anche per il consumo: queste ultime si apprezzano molto bene mangiate fresche (al pari delle ciliegie), le visciole si gustano al meglio se lavorate in confetture, sciroppi e vini liquorosi. (Fonte: https://fabrizifamily.com/visciole-amarene-differenza/)

La differenza tra confettura/confettura  e composta sta nel contenuto di frutta: per la marmellata/confettura il minimo è 35% mentre  per la composta il minimo è 70%.  La ricetta della composta che vi propongo  ha ancora meno zucchero, cioè  soltanto  il 15 %, (85% di frutta)

  • Preparazione: 3 ore e mezzo
  • Riposo: 12-24 ore in frigo
  • Cottura: 3 ore e 30 minuti
  • Porzioni: 13 barattoli

Ingredienti per la Composta di Amarene

  • 7100 gr di amarene (6500 gr netti senza nocciole)
  • 1000 gr di zucchero (15%)
  • 1 mela
  • oppure 7 gr di farina di semi di carrube
  •      13 barattoli di vetro da 500 ml

Preparazione della Composta di Amarene

  1. Eliminate il picciolo di ogni amarena.
  2. Lavate le amarene sotto acqua corrente e scolatele  bene  in  un  scolapasta.
  3.  Eliminate il bocciolo interno in uno dei modi seguente o come preferite: con un coltellino, con il cavatorsole,  oppure con il sistema di spiedino dentro un imbuto appoggiato sopra un barattolo di vetro come nelle foto seguente.  
  4. Pesate le amarene. Calcolate un minimo di 15% per lo zucchero. Le mie amarene pesavano 6500 gr nette e ho dunque calcolato  1kg di zucchero.
  5. Se volete fare una confettura allora dovete calcolare dal 50% al 100% di zucchero, dipende anche dal grado di zuccherino della frutta e quanto la volete dolce.
  6. Versate le amarene dentro una grande pentola preferibilmente di rame da 35 cm in diametro con lati alti. Aggiungete lo zucchero, coprite e mettete in frigo per tutta la notte.
  7. Trascorso il tempo aggiungete una mela tagliata a tocchetti oppure 7 gr di farina di semi di carrube e mettete  la pentola sul fuoco e lasciate cuocere.
  8. Mescolate il composto ogni tanto fin quando non si spappola la frutta. Con  un frullatore a immersione frullate tutto direttamente dentro la pentola. 
  9. Continuate a cuocere fino a che la composta di amare  non si rapprende mescolando, gli ultimi 30-40 minuti, continuamente per evitare che la composta non si attacchi sul fondo della pentola
  10. Per controllare la densita` giusta della composta di amarene versatene  un po’  su un piatto.  Inclinando il piatto la composta dovrebbe  scivolare lentamente. Per tutta questa operazione ci vorranno circa  dai 3 ore ai 3 ore e mezzo
  11. Nel frattempo sterilizzate i barattoli e i coperchi nuovi dentro grosse pentole alte.  Fate bollire tutto nell’acqua per 45 minuti. Fate scolare i barattoli capovolti.
  12. Riempiti i barattoli con il composto di amarene. Chiudete con il coperchio, rimettetele di nuovo dentro la pentola con l’acqua e fate sterilizzare per una seconda volta per altri 40 minuti.
  13. Lasciate raffreddare dentro la pentola prima di riporle  nella dispensa in un luogo fresco.

Note

La composta di amare è ottima  spalmata sul pane  da mangiare per collazione o  merenda, per farcire le crostate o biscotti, oppure servita con del formaggio.  

/ 5
Grazie per aver votato!